fbpx

Costume non ti temo!

Costume non ti temo!
Tempo di lettura: 3 minuti

 

In sintesi

Per i ritardatari terrorizzati dalla prova costume: come recuperare la linea in pochi giorni? Recuperare la linea in pochi giorni è un’impresa impossibile, oltre che malsana.

 

Vedete, il nostro corpo, quando si mangia in eccesso, deposita e trasforma tutto in grasso. Quando invece si mangia troppo poco, o addirittura si digiuna in modo non scientifico, “brucia” muscolo… In questo caso infatti, una carenza di glucosio (assolutamente necessario per la sopravvivenza), spinge il nostro organismo ad utilizzare gli aminoacidi per produrlo e, non potendo attingere dai grassi,  e da depositi proteici, sarà costretto a prelevare i suddetti amminoacidi dal prezioso tessuto muscolare.

 

In sostanza, mangiando troppo poco con la speranza di dimagrire si finisce col diventare più grassi.

Dimagrire significa perdere massa grassa e non semplicemente avere un riscontro positivo sulla bilancia. Il nostro organismo, per un meccanismo biochimico, “brucia” il grasso molto lentamente, non più di un chilo a settimana circa. Tutto il resto, dunque, è a carico della massa magra e/o dell’acqua.

Accade allora che, dopo una settimana o poco più di digiuni, semi-digiuni o diete non corrette, si è soddisfatti del proprio risultato sulla bilancia ma, guardandosi allo specchio, ci si veda più grassi, addirittura con più ritenzione.

 

Una dieta consigliabile che dia risultati in breve tempo (possibilmente) senza indurre senso di fame?

La dieta ideale consiste nel mangiar sano ed abbinare la giusta attività fisica tutto l’anno. Purtroppo è una verità scomoda, ne sono consapevole, ma è così. I vari regimi detox, così come i vari integratori che promettono “miracoli”, sono espedienti alimentati più dal business che da ricerche scientifiche.

Non esistono, infatti, alimenti che ci fanno dimagrire, bensì cibi che ci aiutano a non ingrassare.

Ecco, dunque, i miei consigli in merito:

  • Eliminare o ridurre drasticamente tutti alimenti ad alta densità calorica, ricchi di grassi saturi come salumi, formaggi… e gli zuccheri semplici ad alto indice glicemico, come pane e riso bianco, bibite zuccherate, dolci, merendine, ecc… Questi ultimi, creano un brusco aumento della glicemia con susseguente iperproduzione di insulina. Le calorie, dunque, verranno indirizzate a trasformarsi velocemente in grasso,provocando una ipoglicemia reattiva e conseguente senso di fame.
  • Introdurre alimenti a bassa densità calorica, ricchi di fibre, enzimi, vitamine e sali minerali, in modo da favorire il rinnovamento cellulare e la stimolazione del metabolismo. Via libera a verdura, frutta di stagione, legumi e cereali integrali. Alimenti questi che, dando una maggiore stabilità glicemica, faranno sì che l’energia possa entrare più lentamente nel circolo sanguigno, essere utilizzati dallo stesso e quindi non depositati e trasformati in grasso, evitando così il sopravvenire del senso di fame. Le verdure di stagione sono molteplici e facili da reperire in questo periodo. Consiglio di consumarle crude o poco cotte, sia a pranzo che a cena. Non esageriamo, poi, con i condimenti, soprattutto con il sale. Utilizziamone solo un pizzico (preferibilmente iodato) insieme ad 1 cucchiaio a pasto del buon olio extravergine d’oliva, rigorosamente a crudo.
  • Importante anche il ruolo della frutta, che in estate trionfa in diversi gusti e colori. Sostituiamo nei nostri spuntini le barrette ipocaloriche e iperproteiche, che tutto sono fuorché sane e naturali, con un frutto fresco.
  • Giusta quantità di proteine, privilegiando il pesce azzurro e le carni bianche. In vista della prova bikini, l’estate è spesso sinonimo di dieta iperproteica. Indubbiamente questo regime nel breve periodo (in termini di perdita di peso ma, non certo in termini di salute), ha i suoi vantaggi, in quanto un pasto a base di proteine abbassa la densità calorica aumentando il senso di sazietà. La ricerca scientifica però afferma che un eccessivo consumo di proteine, in particolare quelle di origine animale, è correlato ad un gran numero di patologie cardiovascolari e tumorali.

 

E quando si ha voglia di dolce? 

Cuciniamo un dolce utilizzando le farine integrali, la frutta fresca di stagione e l’olio extravergine d’oliva o della frutta secca oleaginosa, rispettivamente al posto dello zucchero e dei grassi.

Oppure semplicemente frulliamo della frutta e mettiamola in congelatore, in modo da ottenere dei gustosissimi ghiaccioli, che piacciono molto anche ai bambini.

 

Per chi, invece, è giunto all’estate affrontando con tranquillità la prova costume, come mantenersi in linea?

Chi arriva già in forma alla prova costume fondamentalmente ha mantenuto una dieta corretta ed una giusta attività fisica tutto l’anno. Queste persone, oltre a continuare a mangiar sano (contrariamente a chi deve dimagrire), per mantenere la propria muscolatura tonica, dovranno aumentare un po’ le quantità.

In questo periodo infatti, favoriti dalla bella stagione, aumenta l’attività fisica e con essa il dispendio energetico e, nello specifico, un maggior fabbisogno di glicogeno. Qualora quest’ultimo non fosse sufficiente, l’organismo sarebbe costretto a ricorrere al tessuto magro di riserva per poter utilizzare i grassi. E’ così che i muscoli arriverebbero a perdere tonicità, causando un peggioramento del proprio aspetto fisico.

I carboidrati dovrebbero rappresentare circa il 50% del cibo consumato in un giorno, scegliendo però la giusta tipologia. Via libera dunque a quelli integrali come pasta, riso, farro, orzo, ecc. Quest’ultimo si rivela particolarmente utile per le sue proprietà diuretiche, importanti per la lotta contro la ritenzione idrica e la cellulite.

Dettagli Dott. Claudio Patacca

Dott. Claudio Patacca - Biologo Nutrizionista, Dottore in Scienze Motorie e Sportive. Iscritto all’Ordine Nazionale dei Biologi Albo Sezione A Num. iscrizione AA_066433. Opero da oltre 30 anni nel campo del Fitness, svolgo le attività di Biologo Nutrizionista nelle sedi di Pescara e Milano e di consulente in palestre e centri sportivi. Dal 1984 sono Docente di Scienze Motorie di ruolo in scuole secondarie di I e II grado di Pescara. Fornisco Consulenze Online Personalizzate in ambito nutrizionale e programmi di allenamento per la preparazione di sportivi e atleti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *